Dieta a basso contenuto di carboidrati o cheto: cosa funziona per la perdita di peso?

Il primo passo verso la perdita di peso è sempre scoprire il motivo del peso eccessivo .

Molte persone hanno iniziato a concentrarsi più che mai sulle loro scelte di salute e stile di vita sulla scia della pandemia. Mentre ci sono molte diete che le persone scelgono, due di quelle molto conosciute sono la dieta chetogenica e la dieta a basso contenuto di carboidrati.

“Tuttavia, la dieta cheto è spesso confusa con una dieta a basso contenuto di carboidrati poiché entrambe sono abbastanza simili”, sottolinea Mugdha Pradhan, fondatore, ThriveFNC, aggiungendo, “quindi, diventa estremamente importante prima capire le differenze tra le due diete e poi decidere cosa funziona meglio per te “.

Che cos’è una dieta cheto?

Una dieta chetogenica o cheto limita l’assunzione giornaliera di carboidrati. “Questo programma di dieta mira a ridurre il consumo di carboidrati fino a 20 grammi al giorno. Tuttavia, l’assunzione di proteine ​​viene mantenuta moderata, mentre l’assunzione di grassi aumenta drasticamente quando si segue questa dieta “, afferma Pradhan. Questa dieta, oltre a promuovere la perdita di peso, ha anche benefici terapeutici.

Anche se la dieta sembra promettente, ha effetti collaterali come squilibri elettrolitici, costipazione e la fastidiosa influenza cheto in alcuni casi. L’influenza cheto provoca mal di testa, affaticamento e irritabilità.

Che cos’è una dieta a basso contenuto di carboidrati?

Con una dieta a basso contenuto di carboidrati, l’assunzione di carboidrati è leggermente superiore a quella di una dieta cheto. “Questa dieta limita l’assunzione giornaliera di carboidrati da 75 a 150 grammi. Allo stesso tempo, si concentra sull’aumento dell’assunzione di proteine, grassi sani e verdure “, afferma Pradhan. Sebbene questo tipo di dieta favorisca la perdita di peso ed è facile da seguire per un periodo prolungato, potrebbe non dare gli stessi risultati rapidi di una dieta chetogenica.

Quale delle due diete è adatta alla perdita di peso?

Ricorda che il passaggio a una qualsiasi di queste diete dalla tua dieta normale dipende da diversi fattori come il tuo obiettivo, lo stile di vita, le preferenze e il tuo tipo di corpo.

“Per qualcuno interessato a perdere peso, il primo passo dovrebbe sempre concentrarsi sulla ricerca della causa principale dell’aumento di peso eccessivo. L’eccesso di peso in un individuo può essere il risultato di vari problemi di salute come la resistenza all’insulina, la funzione tiroidea ridotta, l’infiammazione, l’accumulo di tossine nel corpo, i percorsi di disintossicazione alterati e lo stress “, sottolinea.

La perdita di peso non è solo seguire una dieta particolare, “tieni presente che la perdita di peso è un effetto collaterale del miglioramento della salute interna”, sottolinea.

Se un individuo non vede l’ora di ottenere risultati rapidi per la perdita di peso, la dieta cheto può fare miracoli. “La chetosi nutrizionale è uno stato metabolicamente superiore in cui trovarsi in quanto offre molti benefici per la salute, incluso l’aumento delle prestazioni mitocondriali. Riduce lo stress ossidativo e aumenta l’attività antiossidante “, afferma Pradhan. Tuttavia, una dieta cheto dovrebbe essere seguita solo sotto la stretta supervisione di un dietologo.

Sebbene il keto sia ottimo per risultati più rapidi, porta anche con sé una mancanza di coerenza. “Le persone trovano difficile seguire questo regime alimentare a lungo termine in quanto manca di varietà di gusti e consistenze. Di conseguenza, la maggior parte di loro finisce per desiderare i carboidrati “, dice a indianexpress.com.

D’altra parte, anche una dieta a basso contenuto di carboidrati può portare alla perdita di peso se la causa principale dell’aumento di peso viene affrontata in anticipo. “Tuttavia, è stato dimostrato che ci sono più altipiani in una dieta a basso contenuto di carboidrati che in cheto. Bisogna sempre ricordare che una dieta non va bene per tutte. Esiste un programma dietetico unico per ogni individuo e quindi è fondamentale consultare sempre un esperto prima di passare a qualsiasi nuovo programma dietetico “, aggiunge.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *